Il CEO di MTN Company, Carmine D’Alessio, traccia una sintesi precisa dell’anno appena trascorso e delinea le linee guida per i trend in arrivo nel 2022

Come ogni anno, anche per noi di MTN Company è tempo di tirare le somme: i bilanci di fine anno, i report, gli ultimi ticket dei clienti ma soprattutto tante, tantissime soddisfazioni.

Ed è proprio per raccontare, e raccontarvi, il nostro 2021 che abbiamo chiesto a Carmine D’Alessio, CEO di MTN Company nonché principale mentore e account manager dell’azienda, di parlarci di questo anno ormai alle porte, con qualche riflessione in vista di un 2022 tutto da scoprire.

E quindi tra nuovi progetti, asset strategici e prospettive d’innovazione, MTN Company si prepara ad affrontare sfide sempre più impegnative e interessanti, con un occhio attento al mercato di riferimento e alla necessità di digitalizzazione aziendale dei suoi clienti.

Volendo fare un bilancio dell’anno appena trascorso, quali sono state le sfide più impegnative, e quali le nuove consapevolezze acquisite?

Forse la sfida più impegnativa è stata mantenere lo staff allineato rispetto agli obiettivi che ci eravamo posti all’inizio dell’anno, visto che ci sono state diverse uscite seguite da numerosi ingressi in azienda. È stato un lavoro abbastanza difficile, non tanto dal punto di vista “umano”, quanto per il fatto di dover ripartire ogni volta con nuovi recruiting, nuove conoscenze e la necessità di far conoscere la realtà aziendale, in maniera completa, alle nuove leve.

Il rapporto con i clienti nel post-pandemia è cambiato? Se sì, in che modo?

Nel rapporto con i nostri clienti non è cambiato niente, poiché si trovano sempre a metà strada tra la condizione di essere “clienti” e di essere “amici”. Quindi, fortunatamente, i rapporti in essere si sono consolidati ancora di più e penso che questo aspetto sia molto positivo, poiché consente a noi e a loro di crescere insieme, affrontando le sfide del mondo digitale con la grinta e il know-how giusti.

La percezione dell’importanza degli strumenti di marketing digitale è cambiata rispetto agli ultimi 4-5 anni? In quale misura?

La percezione di questa necessità non è cambiata, resta uguale rispetto agli altri anni. Ovviamente c’è un fabbisogno generale da soddisfare nell’utilizzo delle nuove tecnologie, in quanto a causa della pandemia c’è stata una variazione degli usi e costumi nell’utilizzo degli strumenti digitali e tutti quanti sono andati alla rincorsa del mondo digitale. In effetti, la modalità di utilizzo resta pressoché uguale. Posso solo constatare che, molto probabilmente, oggi viene fatto solo un uso esagerato di questi strumenti, è tutto digital. E mentre in passato c’era sempre un mix di attività di marketing che si estrinsecavano online e offline, oggi è solo digital: c’è stato un boom. Tuttavia, quando una tendenza esplode, non è sempre qualcosa di positivo: c’è meno controllo.

Quali sono i prossimi progetti in cantiere per il nuovo anno?

Abbiamo diversi progetti in cantiere, uno come MTN Company, poiché stiamo ristrutturando l’asset aziendale e mettendo in piedi una nuova organizzazione, sperando che si tratti di una riorganizzazione definitiva, che riguarderà persone e obiettivi. Poi, in partenza ci sono due progetti importanti, B.I.TU.S. e HoReCoast, che saranno appuntamenti di grande rilievo, e poi un progetto nato da uno spin-off di MTN Company, finanziato dal GAL “Terra è Vita”, che si chiama Campagna Felix, che potrebbe essere una nuova frontiera del mondo dell’agricoltura e in particolare del food.

Cosa bisogna aspettarsi dal 2022, in termini d’investimenti e di collaborazioni tra stakeholder?

Generalmente, creare grandi collaborazioni con i nostri stakeholder è un po’ difficile perché tendono a vederci come competitor. In termini d’investimenti, la Regione Campania ha aperto dei bandi molto interessanti e ci sono altri bandi ministeriali altrettanto utili, ma fortunatamente forse perché abbiamo “costruito” bene negli anni, abbiamo una dotazione aziendale che quest’anno investiremo in pubblicità.

Se dovessimo identificare una parola-chiave per descrivere un prossimo trend su cui puntare, quale sarebbe?

La parola davvero importante è “sociale”. Ne sono convinto perché, probabilmente, il sociale è l’unico settore che non è stato ancora considerato, rispetto a tutto quello che è stato fatto con successo in altri segmenti di mercato. Puntare sul sociale vuol dire anche puntare su di noi, sullo sviluppo e sulla cooperazione, sul valore umano e sull’aggiornamento delle competenze che possono essere utilizzate per nobili scopi, al di là dell’aspetto promozionale.

In sintesi, quindi, il 2021 è stato un anno davvero sfidante per MTN Company, che ha accolto nella sua “famiglia digitale” new entries di grande talento. Dalla “corsa al digitale”, che ha coinvolto le aziende a causa della pandemia, fino ai prossimi obiettivi su cui puntare, il percorso si prefigura in salita. E non basta, perché tanti nuovi progetti e opportunità ci attendono da gennaio in poi. E noi non vediamo l’ora di vivere nuovi, intensi momenti con voi per coglierle al volo!

Continuate a seguirci (qui e sui nostri social FacebookInstagramLinkedInYoutube e altri) per scoprire tutte le novità in arrivo.

Info e contatti:
MTN Company Srl, C.so Mazzini 22 – 84013 Cava de’ Tirreni (Sa). Tel.: 089 31 22 124 – Email: info@mtncompany.it – Web: www.mtncompany.it