C’è chi ogni giorno si batte per promuovere a Napoli, in un quartiere difficile come Scampia, la cultura della pluralità, cercando di demolire i muri della diffidenza, dell’emarginazione e dell’indifferenza.

Sono i ragazzi dell’Associazione di promozione sociale “Chi rom…e chi no”, che dal 2002, insieme a bambini, giovani ed adulti rom italiani e stranieri, nella periferia nord di Napoli porta avanti, non senza fatica, un progetto di intervento culturale, pedagogico, sociale ed artistico, lavorando su un’idea della città come luogo di condivisione e di crescita collettiva, dove la periferia viene vista come uno spazio laboratoriale di sperimentazione creativa.

“Chi rom…e chi no” combatte le discriminazioni etniche, sociali e di genere e contribuisce al lavoro sinergico con istituzioni, enti, associazioni e scuole.

Tutto questo fino al 2014 lo faceva in una baracca costruita in uno dei campi rom di via Cupa Perillo, a Scampia. Da quell’anno, fortunatamente, ha trovato sede presso Chikù, il primo ristorante italo-romanì, sito in Viale della Resistenza, Comparto 12, sempre a Scampia.

Chikù è uno spazio di sperimentazione pedagogica e di gastronomia multiculturale, dove i menù proposti integrano i sapori della tradizione culinaria italiana e di quella balcanica.

In Chikù opera un gruppo di donne rom ed italiane, che hanno fatto della passione per la cucina un vero e proprio talento.

Sono le donne de La Kumpania, l’impresa sociale che riunisce anche professionisti impegnati nel campo dell’educazione, della ricerca e del diritto.

In Chikù e in La Kumpania la cucina è intesa come strumento di emancipazione sociale, economica e professionale. Questo spirito traspare anche dai nuovi siti web www.chiku.it e www.lakumpania.it, dove l’alternanza di immagini e testi lasciano trasparire l’impegno e le attività di queste due realtà. Navigandoli si ha l’opportunità di conoscerle a fondo. Chikù è sì spazio gastronomico e culturale, ma anche e soprattutto location per eventi, ristorante e punto di aggregazione. La Kumpania un gruppo di persone esperte di cucina che offrono innumerevoli servizi “genuini” e “responsabili” in ambito ristorativo.