Il marketing non convenzionale esiste da sempre. Un approccio, con mezzi nuovi e non, che pone le aziende in contatto con i clienti.

L’obiettivo del marketing non convenzionale è quello di sorprendere il pubblico attraverso un’azione che rompe gli schemi, al fine di rendere memorabile il prodotto, il luogo o il brand protagonisti della campagna. Varie le tecniche utilizzate nel settore come lo stickering, l’ambush marketing, i flash mob, i temporary shop e gli ambiti applicativi non aziendali come il guerrilla, l’ambient. E ancora il viral e il buzz.

L’agenzia Mtn Company, anche in questo settore della comunicazione è stata all’avanguardia, cogliendo le possibilità e l’innovazione nello sperimentare la comunicazione non convenzionale, in contesto ancora non abituato e fortemente sorpreso da questo approccio innovativo e non tradizionale alla pubblicità.

Nel 2005, diede vita al primo Bookcrossing advertising “Liber – liberi di crescere”, iniziativa semplice e veloce.
Bastava guardare nella propria biblioteca e prendere un libro, registrarlo all’anagrafe dei “Liber – liberi di crescere” e poi “abbandonarlo” in un bar, nel posto di lavoro o di studio, in stazione, su una panchina o su un autobus. Ogni libro, contrassegnato da un codice identificativo attraverso un adesivo, rimaneva così in attesa di essere raccolto dalle mani di qualche curioso passante, che avrebbe potuto decidere di tenerlo tutto per sé interrompendo la catena (anche questo faceva parte del gioco) o che scoprire il fascino del bookcrossing e, dopo aver letto l’opera, liberarla un’altra volta aggiungendo una nuova tappa alla sua deriva segnalandolo sul sito dedicato. Il progetto arrivò tra i finalisti del “Premio Impresa e Cultura” promosso dal Sole 24 Ore.

Nel 2006, Mtn organizza un Assvertising anticipato da un campagna teaser e attività di stickering.
“Se vuoi essere visto, vai dove le persone stanno già guardando”. Considerato il successo delle iniziative registrate negli USA ed in Ucraina, Mtn decide di importare in Italia un nuovo ed entusiasmante media: il fondoschiena! E così affascinanti modelle si sono aggirate per le strade principali delle città di Salerno e Cava de’Tirreni, attirando l’attenzione per la loro presenza fisica, ma ancor di più per una particolare performance: le ragazze sollevavano ripetutamente la gonna che avevano indosso, mostrando in pubblico il proprio fondoschiena ed uno slip bianco con ben in evidenza il marchio MTN.
Azione non convenzionale organizzata per la campagna di riposizionamento aziendale, organizzata dopo una campagna teaser che faceva il verso a “Ceci n’est pas une pipe” e una serie di stickering.

Nel Dicembre 2007, Mtn augura buon anno in modo particolare e lancia una campagna sociale per sensibilizzare sui danni provocati dai fuochi d’artificio con tecnica viral.
L’agenzia di comunicazione integrata MTN Company propone un’alternativa ai fuochi pirotecnici per nulla pericolosa e molto più divertente. Il signor Carmine Fasano propone, in modo personale, i fuochi di Cetara.

Nel 2008, Mtn propone un’azione di Zebracrossing per le “Settimane dell’Architettura e del Design” organizzata dal Consorzio Ceramisti Cavesi. Mtn Company sorprende tutti con un’azione di Zebracrossing, un’azione di guerrilla marketing con cui le strisce pedonali di Cava de’Tirreni sono state personalizzate dalle aziende aderenti al Consorzio Ceramisti Cavesi. Otto diversi decori floreali e astratti hanno “ravvivato” le strisce pedonali cittadine comunicando l’evento e la tematica dell’incontro.

Nel 2009, Mtn ha ideato la campagna non convenzionale “Una pergamena in bianco. Scrivi un desiderio per la tua città“.
Una comunicazione non-convenzionale ideata dall’agenzia MTN al fine di far conoscere la storia di Cava de’Tirreni e le attività dell’ATSC, con insita valenza sociale, legata alla raccolta di desideri per la città che sono stati realmente presentati al primo cittadino. Azione di marketing non convenzionale riproposta con diverse caratteristiche, nelle differenti edizioni dell’evento.

Nel 2010, Mtn propone un Guerrilla non convenzionale a “Trecento sessanta gradi
In occasione dell’inaugurazione-anteprima del contenitore culturale Trecento Sessanta Gradi, sito nella struttura dell’Ex Pretura, in Corso Umberto I a Cava deTirreni (SA), sono state collocate più di 50 scatole in legno, di forma quadrata, lungo il percorso principale della città per tutta la durata dell’evento, da venerdì 15 gennaio 2010 a domenica 17 gennaio 2010. Scatole contenenti pensieri capaci di trasformarsi continuamente, seguendo una linea concettuale che passa dal tangibile allastratto, mantenendo la propria forza comunicativa come in un viaggio alla scoperta di nuovi mondi, dove è la capacità interpretativa del protagonista a rappresentare la vera chiave di lettura di ogni accadimento. L’idea chiave della contaminazione culturale è stata concretamente proposta dall’azione di guerrilla marketing, ideata per stimolare il visitatore ad andare oltre la mera rappresentazione dell’oggetto o del singolo concetto.

Nello stesso anno Mtn invade Cava de’Tirreni con braccialetti luccicanti. Azione non convenzionale ideata per “Scintille, idee preziose”
Campagna di Ambient Marketing in occasione dell’inaugurazione della gioielleria “Scintille”. Cava de’Tirreni (Sa) per qualche ora è stata invasa da colorati e luccicanti braccialetti “Liberati” in punti strategici,nelle principali piazze, lungo il Corso cittadino, dinnanzi agli istituti scolastici e nei più frequentati punti di ritrovo giovanile. Il concept dell’azione?“Le idee preziose non si trovano per caso”.

Tutte le attività non convenzionali ideate nel corso degli anni della Mtn Company, hanno sempre suscitato interesse e creato un passaparola in rete.

Le immagini, i video e i case history sono presenti sul nostro sito istituzionale e sui principali social.