Dal nuovo Tinder alla sicurezza, passando per Messenger. Con una premessa specifica per la feature per appuntamenti: non sarà per una notte e basta, ma per creare relazioni. Durante l’ultima conferenza F8 2018 Mark Zuckerberg ha annunciato le imminenti novità che coinvolgeranno Facebook. Sarà sviluppato un nuovo sistema di “dating” come Tinder, mentre Messenger cambierà interfaccia. Ma le innovazioni non si limiteranno solo a questi due punti. Privacy, realtà virtualeInstagram, WhastApp gli altri punti presentati come i prossimi step che il principale social network al mondo compirà a breve. Cerchiamo di capirne qualcosa in più.

Anche a Facebook il suo Tinder

«Meaningful relationships» è stata l’espressione che Marck Zuckerberg ha utilizzato nel corso del suo intervento per sottolineare come questo strumento sia pensato per creare relazioni lunghe e reali, non semplici appuntamenti singoli. Sta di fatto che anche su Facebook a breve sarà possibile cercare la propria anima gemella in tutta sicurezza (sarà vero?). Il profilo sarà mostrato solamente agli utenti che non sono tra i nostri contatti. Gli amici, dunque, non lo vedranno mai. Saranno previsti dei profili appositi con molteplici informazioni che potranno essere inserite o meno. Ci saranno, poi, dei “pulsanti speciali” per indicare la preferenza o meno per una persona. Il match sarà creato sulla base delle informazioni che il social sa di noi (amici, interessi in comune, e così via).

Un nuovo tool per cancellare la cronologia

Sicuramente lo scandalo Cambridge Analytica avrà insegnato qualcosa al caro Mark, anche se lui si è ben riguardato dal non pronunciare mai queste due parole. Così come già avviene per i browser, anche su Facebook sarà possibile cancellare la cronologia di post cliccati, profili visitati e così via (anche se il tool non si svincolerà dall’arguzia dei developer che potranno ancora visualizzare i dati in forma aggregata ed anonima). “Clear History” è il nome del tool che permetterà, dunque, agli utenti di Facebook di cancellare tutti i dati dal proprio profilo.

E per chi lavora con le campagne pubblicitarie su Facebook?
Beh, sicuramente l’attivazione del “Clear History” comporterà una minore precisione di targeting delle campagne pubblicitarie, specialmente di retargeting. Non resta che aspettare comunque l’attivazione del tool e soprattutto di capire in che maniera verrà utilizzato dagli utenti di Facebook.

Messenger si rifà il look

Più semplice e più completa: sono i principali interventi che subirà Messenger nell’operazione di restyling. Partiamo dal dire che verrà introdotta la traduzione immediata dei messaggi (per ora solo dall’Inglese allo Spagnolo in US) da una lingua all’altra. Il ridisegno della piattaforma di messaggistica riguarderà soprattutto le aziende, che potranno usufruire di maggiori strumenti per comunicare i propri clienti/utenti. I nuovi chatbot saranno in grado di fornire informazioni molto più dettagliate e precise ai clienti.

La Realtà Aumentata

Tra le principali novità della piattaforma di messaggistica ci sarà anche la cosiddetta “Realtà Aumetanta”. Le aziende potranno far vivere ai propri utenti delle vere e proprie esperienze di contatto con i propri prodotti. Pensiamo, ad esempio, ad un produttore di automobili che potrà usare questo strumento per far “entrare” nelle proprie automobili gli utenti direttamente da casa o magari per fargli fare anche qualche km sempre e comunque stando nella poltrona di casa, ma con un effetto quanto mai realistico.

Ma non finisce qui. Con la Camera Effects Platform, quando gli utenti avranno contattato l’azienda via Messenger sarà possibile chiedere loro di aprire la camera che verrà pre-popolata con filtri ed effetti AR brandizzati, con i quali fare foto e video da condividere con gli amici. Questa feature è stata pensata per il segmento dello shopping online, in cui mostrare il prodotto agli amici e familiari e vederlo “in modo realistico” prima di acquistarlo è davvero importante.

WhatsApp ed Instagram, siete stati nominati!

Non poteva esimersi dalla ventata di novità la piattaforma di messaggistica più “in” del momento. Oltre alle emoticon sbarcherà anche su WhatsApp la possibilità di utilizzare gli stickers. Una maniera, questa, a detta di Zuckerberg, per chattare in maniera più divertente con i propri contatti (secondo tanti, invece, per “copiare” Telegram che già da tempo ha introdotto questa funzione).

Per Instagram, invece, la principale novità riguarderà le videochat, che potranno essere realizzati con i propri contatti e/o utilizzati contemporaneamente tra più contatti (sempre amici). Altre innovazioni saranno poi costituite dalla possibilità di condividere nelle Stories contentuti di App terze ed il restyling della pagina Esplora, che permetterà in modo più immediato e semplice di trovare immagini o anche profili interessanti sul social.

 

Molte e variegate, dunque, le innovazioni che Mark Zuckerberg ha promesso da qui a breve per Facebook. Il punto, però, è proprio questo (specie per alcune novità): capire bene quando saranno realmente operative. Solo allora potremmo dare un giudizio complessivo.

MTN Company